Saggi Critici
Carlo Chenis |Claudio Crescentini |Claudio Strinati |Domenico Guzzi |

. Claudio Crescentini

Prima di tutto s'intende riprendere le fila di una storia artistica, oltre che umana, trattata su un doppio binario analitico: la pittura di Lorenzo Gigotti è l' arte "cultura" italiana fra gli anni Trenta e gli Ottanta del XX secolo. Dalla Scuola Romana, primo nucleo pittorico- culturale individuato come punto di riferimento, alla "cromia del segno", come l' abbiamo definita, nel senso di una riproposta e verifica di quella dicotomia fra figurativo ed astratto di continuo rilevata, nella pittura di Gigotti, dalla critica a lui contemporanea. Nella produzione artistica di Gigotti però solo a prima vista si può rilevare una dicotomia fra un supposto "prima" ed un possibile "dopo" generalmente il "prima" e il "dopo" sono dati come acquisizione crono-spaziale di un avvenimento, un accidente, un fatto preciso che porta ad un inevitabile cambiamento e perciò ad un inevitabile "dopo"...


Scarica PDF completo




Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!